Area Clienti » 
Chi siamo Consulenze Opportunità News Case history Contatti
       
Archivio News      
Categorie
11/09/2017
Nuove assunzioni a tempo indeterminato - Esonero dei versamenti contributivi - Misure allo studio per il 2018
Il Ministro del Lavoro, in un incontro con i sindacati, ha illustrato il...
11/09/2017
Credito d'imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno - autorizzazione alla fruizione
Con riferimento al credito d'imposta per investimenti nel Mezzogiorno di cui...
11/09/2017
Definizione liti pendenti ex DL 50/2017
L'art. 11 del DL 50/2017 stabilisce che, ai fini della definizione, occorre...
11/09/2017
Contributi relativi al 2016 - Avvisi di addebito dell'INPS in corso di recapito
Con il messaggio 3431/2017, l'INPS ha comunicato che sta per essere ultimata...
1 2 3 ... 75 76
 
11/09/2017 - Lavoro

Nuove assunzioni a tempo indeterminato - Esonero dei versamenti contributivi - Misure allo studio per il 2018

Il Ministro del Lavoro, in un incontro con i sindacati, ha illustrato il pacchetto di interventi sull'occupazione allo studio in vista della prossima legge di bilancio.
Al centro del piano vi è la decontribuzione strutturata come misura "permanente", con la previsione di una riduzione del 50% dei contributi per i primi 3 anni di contratto di lavoro stabile per i giovani (ora identificati nei soggetti fino a 29 anni, età che il Governo sta cercando di innalzare a 32), entro il tetto di 4.030,00 euro annui.

Altre iniziative riguardano:

- l'assegno per il reinserimento, la concessione di un credito d'imposta del 50% per le imprese che investano in formazione e lavoro, la previsione di corsi di formazione e riqualificazione professionale sin dall'inizio della messa in cassa integrazione dei dipendenti.

 

11/09/2017 - Agevolazioni

Credito d'imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno - autorizzazione alla fruizione

Con riferimento al credito d'imposta per investimenti nel Mezzogiorno di cui all'art. 1 co. 98 - 108 della L. 208/2015, in genere, l'Agenzia delle Entrate concede in pochi giorni, rispetto al momento di ricevimento dell'istanza telematica, l'assenso all'utilizzo del bonus richiesto, verificando soltanto la correttezza formale dei dati presenti nella comunicazione e dichiarati dal contribuente sotto la propria responsabilità. Tuttavia, nell'ipotesi in cui l'ammontare complessivo del credito d'imposta risultante dalle comunicazioni inviate da una medesima impresa sia superiore a euro 150.000,00, l'Agenzia deve effettuare le verifiche legate alle disposizioni antimafia previste dal DLgs. 6.9.2011 n. 159 e dagli artt. 1 e 2 della L. 13.8.2010 n. 136. Tali ulteriori controlli stanno determinando, una tempistica più lunga (anche di diversi mesi) per ottenere l'autorizzazione all'utilizzo del credito d'imposta.

11/09/2017 - Contabilità e Fisco

Definizione liti pendenti ex DL 50/2017

L'art. 11 del DL 50/2017 stabilisce che, ai fini della definizione, occorre corrispondere, oltre agli interessi da ritardata iscrizione a ruolo contestati nell'atto, anche quelli spettanti per i sessanta giorni successivi alla notifica. Come specificato nella circ. Agenzia delle Entrate 28.7.2017 n. 22, a quelli conteggiati dall'Agenzia delle Entrate occorre sommare, in autoliquidazione, quelli ulteriori sino ad arrivare ai sessanta giorni successivi alla notifica dell'atto (il tasso è del 4% annuo).

Il problema emerge per le cartelle di pagamento: gli interessi, ex art. 20 del DPR 602/73, sono calcolati sino al giorno di consegna del ruolo, antecedente per forza di cose alla notifica dell'atto e sconosciuto spesso dal contribuente.

Una soluzione, non proprio corretta ma prudente, potrebbe consistere nell'aggiungere gli interessi dal giorno successivo alla consegna del ruolo sino ai sessanta giorni successivi alla notifica dell'atto.

 

11/09/2017 - Contabilità e Fisco

Contributi relativi al 2016 - Avvisi di addebito dell'INPS in corso di recapito

Con il messaggio 3431/2017, l'INPS ha comunicato che sta per essere ultimata l'elaborazione degli avvisi di addebito (con valore esecutivo che hanno sostituito le cartelle di pagamento) concernenti la contribuzione dovuta dagli iscritti alle Gestioni degli artigiani e dei commercianti nell'anno 2016 sul minimale di reddito, nonché i contributi e/o le sanzioni di cui sia stato accertato, nel corso di tale anno, l'omesso versamento.
Oggetto delle attività di recupero sono, dunque, i c.d. "contributi minimi obbligatori", ossia quelli dovuti sul minimale di reddito da versare, alle scadenze di maggio, agosto, novembre 2016 e febbraio 2017. Ricevuto l'avviso di addebito, il pagamento dovrà essere effettuato entro 60 giorni dalla notifica, pena l'avvio delle procedure di recupero coattivo del debito. In alternativa, si potrà presentare ricorso al giudice del lavoro, entro 40 giorni.

 
 
 
Pelm Consulting:

Via U. A. Amico 22/a - 90134 Palermo
tel 091.6622167 - fax 091.6120115
P.I.04338510821
design: agenzia pubblicitaria ::segnali::